Biopsia del linfonodo sentinella a Bari

Asportazione preventiva per controllo del linfonodo ascellare

La biopsia del linfonodo sentinella a Bari consiste in un metodo standard per verificare se il tumore si sia propagato fino a raggiungere i linfonodi dell’ascella, e generalmente si riferisce ai tumori della mammella, ai tumori della pelle situati in prossimità del collo e delle braccia e ad altri casi specifici da trattare con questa modalità secondo le decisioni del chirurgo. Si tratta di un controllo di routine in questo tipo di patologie, eseguito talvolta anche direttamente durante l’intervento chirurgico, o in alcuni particolari casi anche prima di esso.

Il controllo del linfonodo sentinella tramite biopsia consiste nell’immissione di un liquido radioattivo o un colorante apposito nella zona del seno adiacente all’area del tumore: in questo modo il liquido raggiunge immediatamente il primo linfonodo ascellare (il linfonodo “sentinella”, appunto), che generalmente costituisce il primo punto eventualmente intaccato dalle cellule tumorali. In questo modo, con l’utilizzo di una sonda radioattiva, si identificherà la zona sede del linfonodo da rimuove e ed esaminare. La biopsia del linfonodo sentinella a Bari viene eseguita generalmente nel caso di tumori di dimensioni ridotte o qualora non sia stato possibile individuare eventuali linfonodi intaccati durante le visite chirurgiche e mediche.

Generalmente, il Chirurgo plastico Vincenzo Bucaria provvede all’esame del linfonodo sentinella durante l’intervento chirurgico stesso, rendendosi conto immediatamente se vi sia la presenza di cellule tumorali, e in questo caso, provvedere immediatamente alla rimozione degli altri linfonodi ascellari, durante l’effetto di un’unica anestesia. Qualora, al contrario, il linfonodo sentinella non rivelasse la presenza di cellule tumorali, significa che anche gli altri linfonodi sono immuni, e che non è necessario procedere con l’asportazione. Tuttavia, trattandosi di interventi particolarmente delicati, ai quali è necessario provvedere con la massima attenzione e precisione per avere un quadro diagnostico esatto, dopo la biopsia del linfonodo sentinella, ogni caso verrà trattato con un metodo personalizzata.